TopGun Copertina

Top Gun: fra mito e realtà dell’Aviazione Americana

È il 25 settembre 1986 (Italia) un giovane Tom Cruise approda nelle sale cinematografiche con uno dei film più importanti della storia del cinema. Recuperate dall’armadio Bomber e Ray-Ban Aviator, Top Gun è qui!

L’Aviazione America in un film

Top Gun è proprio questo: un film sull’Aviazione Americana. Non solo perché la racconta e le intreccia intorno una storia d’amore e di dolore, ma soprattutto perché il film è apprezzato anche dalla US Navy. La Top Gun è la scuola di combattimento per i piloti Americani, un mito per chi entra nella Marina Militare Americana.

Ecco perché la stessa Marina degli States si installò davanti ai cinema più grandi d’America per poter reclutare giovani esaltati dal film. Perché questo film è così, ti esalta e ti fa sognare, portandoti in un mondo che spesso sembra lontano e slegato dalla realtà. Ed anche se il film era ampiamente imperfetto, è stato amato da tutti, perché ha permesso a moltissimi giovani di avvicinarsi ad una carriera militare.

Il film ad oggi fa parte della National Film Registry, una sezione della Biblioteca del Congresso dedicata alla conservazione dei film più importanti della storia del cinema. Top Gun vi è entrato in quanto “culturalmente, storicamente o esteticamente significativo“. Una bella soddisfazione per il cast e per il regista Tony Scott!

Top Gun torna rimasterizzato e noi ci prepariamo al sequel!

Questa settimana, precisamente giovedì 24 giugno, il successo che ha lanciato Tom Cruise torna in un’edizione completamente rimasterizzata in Ultra HD 4K HDR. L’ideale per prepararsi al sequel, Top Gun: Maverick, previsto per il 23 dicembre 2020. Dopo ben 34 anni Tom Cruise riprende il ruolo che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Il pilota Maverick, all’ora Tenente ed oggi Capitano, è pronto ad indossare nuovamente il suo amato Bomber.

Come tanti altri film, purtroppo anche Top Gun: Maverick ha subito un ritardo a causa del Coronavirus, ma ormai era quasi pronto. Quindi anche se non potremo correre nei cinema questa estate, dovremo aspettare solo fino all’inverno! Un bel regalo di Natale, non trovate?

Ma sapete da cosa è nato Top Gun? Il tutto è nato dall’articolo dedicato alla scuola di Aviazione e Combattimento AmericanaTop Guns“, scritto da Ehud Yonay nel 1983 per la rivista California. Grazie ad una descrizione specifica di ciò che era la Top Gun, Yonay è stato in grado di ispirare uno dei film cult degli anni ’80.

Un budget fuori di testa e trucchetti nascosti

Non ci è dato sapere quale sia il budget del sequel Top Gun: Maverick, possiamo però dirvi quanto fu quello del primo: 15 milioni di dollari. In fondo meno male che all’epoca Tom Cruise era mezzo sconosciuto!

Pensate, girare una singola ora di riprese aeree costava ben 8.000$ e furono spesi 25.000$ per spostare una nave, poiché nell’inquadratura non appariva come Scott desiderava. Tony Scott, proprio per queste “spese folli” rischiò ben tre volte il suo lavoro. Ma Tom Cruise non è mai stato uno di quelli che lascia passare. Da buon amico del fratello Ridley Scott, Tom fece di tutto per far restare Tony. Forse, se oggi fosse ancora vivo, Tony avrebbe ripreso il suo ruolo di regista. Vi ricordiamo che Tony Scott è morto suicida nel 2012, dopo una lunga battaglia contro il cancro.

Durante le riprese, Tom Cruise non doveva apparire più basso di Kelly McGillis, la co-protagonista amorosa Charlie. Fu così che Tom iniziò ad indossare dei tacchi mentre Kelly si inventava posizioni assurde per non far notare la differenza di altezza. E quando peró fu Kelly a dover nascondere qualcosa? La scena romantica, con la luce soffusa, fu girata dopo la fine delle riprese. Probabilmente perché mancava una componente romantica (non voluta da Scott). Furono così richiamati Tom e Kelly. La seconda dei due, peró, aveva già iniziato le riprese di un nuovo film ed aveva cambiato look! L’assenza di luci fu la migliore soluzione per girare la scena e non far notare questo cambiamento!

L’attore Val Kilmer, l’antagonista IceMan, non voleva prendere parte al film, anche se doveva comunque fare i provini per obblighi contrattuali. Fece i provini svogliato e leggendo con indifferenza le battute. È finita che il suo stile è piaciuto! Ma come avrà reagito al sequel? Secondo le prime idee non doveva far parte del progetto, ma non ha resistito a contattare Tom Cruise per poter riprendere il suo ruolo di IceMan! Chissà come andrà fra i due questa volta…

Prima regola di Top Gun: non parlate mai di Top Gun

No, non siamo impazziti. All’interno della Scuola di Aviazione e Combattimento Americana “Top Gun” è severamente vietato parlare del film. Nonostante il successo ed il supporto che ha dato alla Marina Americana è quasi diventato un tabù. La multa è di 5 dollari, più simbolica che punitiva.

Noi peró abbiamo avuto l’opportunità di parlarvene liberamente! Siamo veramente entusiasti per l’uscita del sequel, non vediamo l’ora che arrivi la fine dell’anno per correre nei cinema!

E voi? Aspettavate questo sequel? Siete pronti per rivedere Top Gun?

Troll.hAMmer

Vedi i post di Troll.hAMmer
Troll.hAMmer, il vostro fornitore di curiosità e grandi e sensazionali informazioni nerd!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top